Insieme ce la faremo!

Vogliamo volare!

Domandiamo ai governi sardo e catalano che si attivino
per riprendere i voli regolari fra Alghero e la Catalogna

La compagnia aerea Ryanair ha soppresso nel marzo 2016 i voli regolari che offriva fra la Catalogna e Alghero fin dal 2004. Questo fatto puo rappresentare un’inversione di tendenza nell’attivita di recupero e incentivo della lingua catalana ad Alghero. Le lingue, per sopravvivere, devono essere utili, per questo bisogna che le persone e i territori in cui si parlano siano connessi e possano usarle per comunicare fra loro. Questa soppressione, evidentemente, può anche provocare un indebolimento delle relazioni economiche, sociali e culturali fra i due territori.

Cos’hanno significato questi 12 anni di connessioni aeree fra la
Catalogna e Alghero?

Un avvicinamento importante fra i due territori:
  • Rivitalizzazione dell’algherese, con provvedimenti come la celebrazione del primo Consiglio comunale in catalano ( vídeo ) e i primi documenti in questa lingua emessi dal Comune di Alghero.
  • Oltre 100.000 passeggeri l’anno e la connessione della popolazione algherese con il resto dei territori di lingua catalana: Catalogna, Baleari, Valencia, Andorra (n.d.t.).
  • Nuovi scambi economici, sociali e culturali fra i due territori come, per esempio, l’apertura ad Alghero di una delegazione della Generalitat, il governo della Catalogna.

Cosa vogliamo fare?

Per riuscire a ristabilire i voli fra la Catalogna e Alghero, chiediamo l’intervento dei governi catalano e sardo.

Manderemo una lettera al Presidente della Generalitat di Catalogna e al Presidente della Regione Autonoma di Sardegna per chiedere loro di intraprendere le azioni opportune per recuperare il servizio di voli diretti fra i due territori.

Riempi questo modulo e insieme ce la faremo!:

Inserisci tutti I campi obbligatori

Si prega di inserire un indirizzo email valido

Inviato correttamente! Grazie per l’aiuto!

NOME *
COGNOME *
TELEFONO
CODICE POSTALE *
VOGLIAMO VOLARE CATALOGNA – ALGHERO!

Onorevole Sig. Carles Puigdemont, Presidente della Generalitat de Catalunya,

Onorevole Prof. Francesco Pigliaru, Presidente della Regione Autonoma della Sardegna,

Voglio manifestare il mio supporto alla campagna Volem volar. Catalunya – l’Alguer promossa dalla Plataforma per la Llengua, l’ONG del catalano che da più di 23 anni lavora per la normalizzazione della lingua catalana in tutti gli ambiti nei territori del dominio linguistico. Considero fondamentale, sia per la Catalogna, sia per Alghero, che questi due territori che, tra gli altri, condividono la stessa lingua, cultura e storia possano disporre di una connessione aerea diretta, stabile e regolare.

Come spiegato nella campagna della Plataforma per la Llengua, dal 2016, dopo dodici anni di attività, il collegamento aereo tra la Catalogna e la città di Alghero è stato soppresso. Questo fatto ha generato una grave regressione nelle relazioni economiche, sociali e culturali tra questi due territori. Durante questi dodici anni, con i collegamenti regolari, sono stati registrati più di 100.000 passeggeri annuali, si sono creati nuovi scambi economici, culturali e sociali e l'alguerese ha visto una grande rivitalizzazione.

Inoltre, bisogna ricordare che la maggior parte dei paesi europei dispongono di voli regolari, permanenti e diretti che li collegano con quei paesi con i quali condividono stretti vincoli linguistici e culturali. Per esempio, attualmente possiamo trovare voli diretti tra Lisbona e Praia, Parigi e Port-au-Prince o Amsterdam e Paramaribo, voli che corrispondono essenzialmente a circostanze, criteri e ragioni storiche, culturali e linguistiche.

È per questi motivi che aderisco formalmente alla campagna Volem volar. Catalunya – l’Alguer e chiedo che si organizzi urgentemente un incontro bilaterale tra i due governi (Generalità della Catalogna i Regione Autonoma della Sardegna), con l'impegno univoco e condiviso di trovare una soluzione immediata all'attuale mancanza dei collegamenti aerei diretti tra la Catalogna ed Alghero.


Molt Honorable Sr. Carles Puigdemont, President de la Generalitat de Catalunya,

Molt Honorable Prof. Francesco Pigliaru, President de la Regió Autònoma de Sardenya,

Vull manifestar el meu suport a la campanya Volem volar. Catalunya - l’Alguer engegada per la Plataforma per la Llengua, l’ONG del català que des de fa més de 23 anys treballa per la normalització plena de la llengua catalana en tots els àmbits de tot el domini lingüístic. Considero que és cabdal, tant per a Catalunya com per a l’Alguer, que aquests dos territoris que comparteixen una llengua, cultura i història –entre d’altres–, tornin a disposar d’una connexió aèria directa, estable i regular.

Tal com explica la campanya de la Plataforma per la Llengua, des de l’any 2016, ha estat suprimida la connexió aèria entre Catalunya i la ciutat de l’Alguer després de dotze anys en funcionament. Aquest fet ha comportat un retrocés greu en les relacions econòmiques, socials i culturals entre el Principat de Catalunya i l’Alguer. Durant els dotze anys de connexions regulars entre Catalunya i la ciutat catalana de Sardenya es van comptabilitzar més de 100.000 passatgers anuals, van es crear intercanvis econòmics, culturals i socials nous i es va afavorir una revitalització important de l’alguerès.

A més, cal recordar que la majoria de països europeus disposen de vols regulars, permanents i directes que els connecten amb aquells indrets amb els que comparteixen vincles lingüístics i culturals estrets. Per exemple, actualment podem trobar vols directes entre Lisboa i Praia, París i Port-au-Prince, o Amsterdam i Paramaribo: vols que responen bàsicament a circumstàncies, criteris i raons de caràcter històric, cultural i lingüístic.

És per tot això que m’adhereixo formalment a la campanya Volem Volar. Catalunya - l'Alguer i demano que s’organitzi una cimera bilateral amb caràcter d’urgència entre els governs de la Generalitat de Catalunya i la Regió Autònoma de Sardenya, amb el compromís inequívoc i compartit de trobar una solució immediata a l’actual manca de connexió aèria directa entre Catalunya i l’Alguer.


Onorevole Dut. Carles Puigdemont, Presidente de sa Generalitat de Catalunya

Onorevole Prof. Francesco Pigliaru, Presidente de sa Regione Autònoma de Sardigna

Chèrgio manifestare su sustennu miu a s’initziativa Volem volar. Catalunya – l’Alguer, promòvida e crarida in sa Plataforma per la Llengua, s’ONG de su catalanu chi dae prus de 23 annos traballat pro sa normalizatzione de sa limba catalana in cad’àmbitu de su territòriu de su domìniu linguìsticu suo.

Creo siat importante e cunsìdero fundamentale, siat pro sa Catalogna, siat pro s’Alighera, chi custos duos territòrios chi, intre a àteros, cumpartzit sa matessi limba, cultura e istòria potzant dispònnere de unu collegamentu aèreu diretu, istàbile e regulare.

Comente acraridu in s’initziativa mòvida in sa Plataforma per la Llengua, dae su 2016, pustis de annos de atividade, su collegamentu aèreu de sa tzitade de s’Alighera, est istadu suprimidu. Custu fatu at causadu unu peoramentu de sas relatziones de iscàmbios econòmicas, sotziales e culturales tra custos duos territòrios. Durante custos dòigh’annos, cun sos collegamentos regulares, si sunt àpidos prus de 100.000 passigeros a s’annu, sunt nàschidos iscàmbios econòmicos, culturales e sotziales, e s’aligheresu at bidu unu agradessimentu mannu e una renàschida.

In prus, tocat de ammenatare chi sa parte prus manna de sos istados europeos, disponent de viàgios regulares e permanentes e sunt collegados a manera direta cun cussos istados cun sos cales bi sunt ligàmines linguìsticos e culturales istrintos. Comente, pro esempru, oe podimus agatare viàgios chi collegant Lisbona e Praias, Parigi e Port au Prince o Amsterdam e Paramaribo, viàgios chi rispondent, difatis, a resones istòricas, culturales e linguìsticas.

Est pro custos cunsideros chi adero deretu a s’initziativa Volem volar. Catalunya – l’Alguer e pedo chi s’organizet cun urgèntzia un’adòbiu tra sos duos governos (Generalitat de sa Catalogna e Regione Autònoma de Sardigna), cun s’impignu unìvocu e cumpartzidu de pòdere agatare una solutzione lestra a sa situatzione chi semus connoschende de ausèntzia de collegamentos aèreos tra sa Catalogna e s’Alighera.

Politica per la privacy

In osservanza con quanto stabilisce l’art. 5 della Legge Organica 15/1999 per la protezione dei dati di carattere generale, l’Associazione Plataforma per la Llengua, Col·lectiu l’Esbarzer, domiciliata in via Sant Honorat, 7, Principal 1a, 08002 – Barcelona informa che tutti I dati di carattere personale comunicati attraverso questo documento o dell’ applicazione informatica saranno trattati e inseriti in un archivio sotto la responsabilità dell’Associazione Plataforma per la Llengua, Col·lectiu l’Esbarzer. Quest’archivio e il suo trattamento automatizzato hanno la finalità di mantenere informati gli utenti sulle notizie e novità e rispondere alle loro domande e richieste attraverso I canali che mettiamo a loro disposizione per questo, sia nel nostro sito web che in applicazioni informatiche, così come organizzare azioni e campagne di promozione della lingua catalana e offrire, attraverso l’invio di posta elettronica o azioni telefoniche, I servizi che possano interessare e la possibilità di essere soci ordinari dell’associazione.

D’accordo con quanto stabilisce l’art. 15 della LOPD in relazione con gli artt. 23-26 del Real Decreto 1720/2007, del 21 dicembre, lei potrà esercitare I suoi diritti di accesso, rettificazione, cancellazione e opposizione, in qualsiasi momento, indirizzandosi per iscritto all’Associazione Plataforma per la Llengua Col·lectiu l’Esbarzer, domiciliata in via Sant Honorat, 7, Principal 1a, 08002 – Barcelona, tel 93 321 18 03, posta elettronica: info@plataforma-llengua.cat

Senza l’introduzione dei dati di carattere personale di questo modulo d’iscrizione è possibile che l’Associazione Plataforma per la Llengua Col·lectiu l’Esbarzer non possa accettare la sua richiesta.

La preghiamo di comunicare all’Associazione Plataforma per la Llengua Col·lectiu l’Esbarzer tutte le modifiche dei suoi dati personali al fine di mantenere I nostri archivi aggiornati e senza errori. Allo stesso modo, accettando quest’avviso legale, lei dichiara che le informazioni e I dati personali forniti sono esatti e reali.

L’Associazione Plataforma per la Llengua, Col·lectiu l’Esbarzer si impegna al trattamento confidenziale dei dati personali comunicati e utilizzarli solo per le finalità indicate.

Minori di 18 anni. Per poter registrare I dati in oggetto dei minori di 14 anni è necessaria l’autorizzazione di uno dei genitori o tutore legale. Per i superiori di 14 anni, l’autorizzazione non è necessaria. Avvisiamo però che è vietato fornire o pubblicare dati di amici o del proprio intorno sociale. Indichiamo il link dell’Agència Catalana del Consum dove si può trovare una guida su quest’argomento con l’avviso che, può essere modificato dall’agenzia stessa.

https://consum.gencat.cat/temes_de_consum/proteccio_de_dades/index.html

Il responsabile dell’archivio ha adottato tutte le misure di sicurezza richieste legalmente all’interno delle sue installazioni, sistemi e files d’accordo con quanto stabilito dal regolamento LOPD, approvato con il Real Decreto 1720/2007, del 21 dicembre. Allo stesso modo il responsabile dell’archivio garantisce la confidenzialità dei dati personali anche se informa che, in caso di richiesta secondo le disposizioni di legge, li comunicherà alle autorità pubbliche competenti.

Il proprietario dei dati personali é responsabile in qualsiasi momento dell’esattezza, vigenza e autenticità e appartenenza dei dati forniti.